Sei qui: HomeUncategorised

Presentazione del Metodo Balint

Da un'idea di Paola Piancone, abbiamo organizzato una serata sul Metodo Balint, con la dott.ssa Anna Della Casa (professionista accreditata dall'International Balint Federation).
 
La serata è aperta a tutte le figure sanitarie. Ha lo scopo di far conoscere il metodo e, eventualmente, di creare un gruppo  interessato a continuare il percorso dei gruppi balint. In caso di numerose adesioni, ci saranno altre serate.
E' d'obbligo l'iscrizione tramite l'URL che trovate sul volantino allegato.
 
L'evento si terrà il 27 Febbraio alle 20:45 presso l'OMCEO di Modena.
 Vi chiediamo cortesemente di darne ampia diffusione, tramite anche il materiale allegato.
 
Francesca Borsari 
 
Introduzione di Paola Piancone
 
Volantino della serata
 
 
 

Siti utili

Società italiana di Medicina Generale
La Società Italiana di Medicina Generale (SIMG) è un’associazione autonoma e indipendente nata per promuovere, valorizzare e sostenere il ruolo professionale dei medici di medicina generale, sia nella sanità italiana che nelle organizzazioni sanitarie europee e extraeuropee

Federazione italiana medici di famiglia
La FIMMG (Federazione Italiana Medici di Famiglia), rappresenta la principale organizzazione sindacale di categoria. Ad essa sono iscritti oltre il 50 % dei circa 59.000 medici di medicina generale italiani.

Facoltà di Medicina Università di Modena
Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli studi di Modena e Reggio Emilia

AUSL Modena
Informazioni e programmi dall'Unità Sanitaria Locale. Il piano per la Salute della provincia

CeVEAS
Il Centro per la valutazione dell'efficacia dell'assistenza sanitaria presenta le iniziative, i corsi e le attività di monitoraggio

Emergency
Emergency è un'associazione italiana indipendente e neutrale, nata per offrire assistenza medico-chirurgica gratuita e di elevata qualità alle vittime civili delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà.
Emergency promuove una cultura di solidarietà, di pace e di rispetto dei diritti umani.

Medici senza Frontiere
MSF) è la più grande organizzazione medico-umanitaria indipendente al mondo creata da medici e giornalisti in Francia nel 1971.Nel 1999 MSF ha ricevuto il premio Nobel per la Pace.

Istituto superiore di Sanità
Istituto superiore di Sanità

Ministero della Salute
Il Ministero della Salute, in attuazione di quanto previsto dalla Legge finanziaria 2008 (art.1 comma 376 - Legge 244/2007) confluisce nel Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali.

Agenzia Italiana del Farmaco
L'Agenzia Italiana del farmaco (AIFA) 

Health Search
Health Search nasce nel 1998 come unità di ricerca della Società Italiana di Medicina Generale (S.I.M.G.)

Consorzio sanità 
Il Consorzio sanità ( Co.S S.c.a.r.l. ) è un Consorzio di Consorzi regionali di Cooperative di medici di famiglia, distribuite in tutta l’Italia che ha come oggetto sociale quello di produrre per le Cooperative aderenti ai Consorzi regionali citati (e quindi per i loro soci) servizi di varia natura

AVIS Sezione di MODENA
L'Avis è un'Associazione di volontariato((iscritta nell'apposito Registro Regionale e disciplinata dalla Legge 266/91) costituita tra coloro che donano volontariamente, gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue.

AGENAS 
AGENAS agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali

AGENAS ECM

 

 

 

Benvenuti

Benvenuti nel sito web di MG Form, scuola modenese della medicina generale.  

Se vi interessano le tematiche di cui ci occupiamo, siete invitati ad effettuare la registrazione al sito, utilizzando l'apposito modulo Login Form qui a fianco: potrete così inviare scritti, articoli ed opinioni, nonché partecipare a dibattiti nei forum.

Ai fini della registrazione, ricordiamo che non verranno accettati pseudonimi o nickname.

Il Nome Utente deve contenere il cognome dell'interessato, e l'indirizzo e-mail deve corrispondere ad una casella di posta funzionante.

 

TAO , come , quando e perchè

se sei un utente registaro puoi accedere al materiale nella sezione formazione permanente


Programma 19-05-2010 
Sala Riunioni AVIS Provinciale Modena
Via Borri 20
41100 Modena 
 
Ore 20 .15 – 20 45 Dr M.Marietta
Metodica lezione frontale
 Introduzione generale sulla terapia anticoagulante
 
Ore 20. 45 - 22.3 0 Dr R.Galassini - M.Marietta - A. Romani
 
Problem solving :TAO come quando e perché?
Metodica discussione interattiva sui principali quesiti clinici, anche con casi raccolti dai discenti:
- inizio e sospensione della terapia anticoagulante secondo le evidenze
-la fibrillazione atriale
-il paziente chirurgico
-embricazione eparine / dicumarolo
-interazioni farmacologiche in particolare coi farmaci della terapia del dolore
-interazioni con alimenti
-Associazioni con antiaggreganti
 
 

ASSEMBLEA DELLA SCUOLA

PRIMO ANNUNCIO
ASSEMBLEA SCUOLA 19 APRILE 2010

Progetto Jenin





Prima della scomparsa, Ghassan aveva espresso il desiderio che le eventuali donazioni alla sua memoria fossero devolute al progetto NEXUS Emilia - Romagna (causale: Ristrutturazione Asilo Jenin - codice Iban: IT 42 V063850240607400013494).




 La storia del progetto Jenin


Jenin è città martire del conflitto israelo - palestinese. Situata nel nord della Cisgiordania, è la città più povera dei Territori Occupati. A Jenin è stato costruito un muro per separare la valle del Giordano da quella di Toubas: si tratta di uno sbarramento composto di lastroni di cemento alti fino a 8 metri, con torrette militari, recinti elettrici, filo spinato, trincee. L' opera ha implicato la confisca di terre, la perdita di fonti d' acqua, il taglio di vie di comunicazione, lo sradicamento di 102.320 alberi, l' isolamento totale di 25 comunità dalle loro terre.
Nella provincia di Jenin, il 35 - 40% dei bambini fra i 3 ed i 5 anni frequentano gli asili ufficialmente registrati. In valore assoluto sono circa 7000, su una popolazione totale di 250.000 persone. Vi sono all' icirca 75 bambini per ogni asilo, in media 27 per ogni insegnante. Gli asili registrati e quindi autorizzati sono 95 (non contando le realtà di tipo informale) e sono a gestione privata. Gli insegnanti non sono in genere specializzati, perchè non è loro richiesto un diploma, e la formazione avviene sul campo. Sono circa 300 i docenti censiti nella provincia.
Non va taciuto che il numero dei bambini che frequentano gli asili sta in realtà diminuendo: vuoi per ragioni economiche, vuoi per il pericolo che i piccoli corrono dovendo attraversare i posti di blocco militari. Sono quotidiani gli episodi che vedono pulmini fermati per ore ai checkpoint, usati come scudi e quindi coinvolti in scontri armati.Nell' agosto 1996 vi fu la prima visita a Jenin da parte di una delegazione modenese. Ne facevano parte i rappresentanti del Comitato "Modena incontra Jenin": Comune di Modena, NEXUS CGIL e CGIL Modena. Durante la visita si delineò il programma di cooperazione fra le province di Modena e di Jenin, all' interno del quale hanno avuto spazio specifici interventi nel settore educativo.
Il progetto ha mirato alla costruzione di un Centro permanente di formazione per operatori dell' educazione pre - scolare, per attuare la necessaria opera di qualifica ed aggiornamento dei docenti, di coordinamento dei programmi pedagogici e di sensibilizzazione della comunità circa l' importanza di questo servizio per le donne e per le famiglie in genere. La sede per il Centro è stata messa a disposizione dal Governatore nella foresteria accanto alla sede del Governatorato.Il 3 dicembre 2001, il Centro è stato distrutto (insieme alla sede del Governatorato) da missili terra - aria scagliati da Israele.
L' associazione NEXUS EMILIA - ROMAGNA si è a quel punto impegnata a contribuire alla ricostruzione dell' edifico, alla realizzazione di corsi di formazione per gli insegnanti, alla fornitura di materiale didattico ed alla ristrutturazione di 30 asili. La Scuola intitolata a Ghassan Daya, all' atto della sua costituzione, ha versato un contributo di solidarietà, e s' impegna a non far mancare al progetto "Asilo di Jenin" il proprio sostegno nel corso degli anni.
A chi ci legge chiediamo di dare un apporto. Continueremo così a onorare, in modo semplice e degno, la memoria di Ghassan.
 

Finalità




La scuola si propone come strumento per svolgere attività di formazione, studio, ricerca, management, promozione e comunicazione in campo biomedico. I suoi obiettivi e finalità possono essere così sintetizzati :
 
  • Promuovere e certificare, anche ai fini dell'accreditamento, la qualità della formazione in Medicina Generale.
     
  • Pianificare, organizzare e portare a compimento progetti di formazione.
     
  • Pianificare, organizzare e portare a compimento progetti di ricerca.
     
  • Promuovere attività di educazione sanitaria e dar vita a corsi di educazione terapeutica.
     
  • Offrire supporto di  formazione continua ed organizzativo ad animatori di formazione, tutors, referenti/coordinatori di NCP, coordinatori delle attività didattiche ( pratiche e seminariali ).
     
  • Organizzare congressi, seminari, conferenze.
     
  • Promuovere accordi in ambito locale con istituzioni, Enti, Associazioni ed Industrie, finalizzati all'aggiornamento tecnico - scientifico ed all'attività di ricerca.
     
  • Realizzare studi, ricerche, atti scientifici e curarne la pubblicazione attraverso libri, monografie, riviste, manuali, videotape ed altri supporti didattici.




L'associazione

La scuola modenese della medicina generale, intitolata a Ghassan Daya, nasce nel mese di Dicembre 2008 a coronamento degli sforzi compiuti dalle realtà organizzate della medicina generale che operano nella città di Modena ( MGform, SIMG, FIMMG, e cooperative dei medici di famiglia ). Nell'arco di oltre un decennio, nel contesto modenese sono stati perseguiti numerosi progetti, intesi a nobilitare e a conferire dignità di disciplina, con propri contenuti e metodologie, al complesso di saperi e pratiche che sostengono il lavoro dei medici di famiglia. L'apice di questo paziente sforzo organizzativo e culturale è stato raggiunto con l'inserimento a pieno titolo della Medicina Generale nel piano di studi della Facoltà di Medicina, a partire dal 2003: sotto questo profilo, Modena può ritenersi all'avanguardia a livello nazionale. Sono molte le Università italiane che guardano in questa direzione e si sono attrezzate per ricalcare il nostro percorso.

La scuola è il passaggio successivo. Si propone di consolidare gli obbiettivi raggiunti e di fornire un costante apporto metodologico e culturale ai singoli, agli enti, alle agenzie formative operanti nel contesto medico - generale

 

 

 


Presidente
Dott. Maria Grazia Bonesi
 contatta


Vicepresidente
Dott. Nadia Lugli
contatta


Segretario
Dott. Margherita Di Pietro
contatta


Direttore scientifico - Presidente Simg
Dott. Maria Stella Padula
contatta



Ghassan Daya

Un uomo, un amico, un collega è scomparso nel tardo pomeriggio di Mercoledì 08 Ottobre 2008,all'età di 59 anni.
Medico di Medicina Generale, nato in Siria , laureato a Bologna nel 1973 e specializzato in ematologia a Modena. Stimatissimo professionista, da oltre 11 anni Segretario Provinciale della FIMMG (Federazione Italiana Medici di Famiglia) nonchè ViceSegretario Vicario della Federazione Regionale Emilia Romagna della FIMMG.
Tra i pionieri a Modena della informatizzazione degli studi di medicina generale e del loro collegamento in rete, è stato relatore in numerosi convegni e congressi.
E' stato inoltre componente della Commissione Nazionale della FIMMG che ha sviluppato il fascicolo sanitario informatico.
Ghassan Daya costantemente impegnato a valorizzare la figura del medico di medicina generale e la qualità dell'assistenza territoriale, è stato promotore della cooperazione tra i medici di famiglia e tra i fondatori delle cooperative sanitarie nella provincia di Modena, prime esperienze a livello nazionale.
Nella sua vita professionale ha ricoperto anche il ruolo di primo Presidente dell'Associazione Angela Serra per la Ricerca sul Cancro ed è stato tra i promotori del Centro Oncologico Modenese.
Negli anni 90, è stato anche tra i fondatori del servizio di assistenza domiciliare oncologica (NODO) che successivamente è diventato uno dei servizi più apprezzati dalla popolazione modenese.
Lascia la moglie Paola, la figlia Lisa con il marito Marcello ed il piccolo Nicola Alberto, di appena 3 mesi e mezzo

Copyright © 2013  MGform.it.
Tutti i diritti riservati.

Free business joomla templates